Trova il tuo concessionario Opel

Completa uno dei seguenti campi:

Le stelle Opel a Ginevra: GT Concept – Mokka X – Astra

86a edizione del Salone dell'Automobile di Ginevra

11-feb-2016

  • Sportiva mozzafiato: l'anteprima mondiale della GT Concept
  • Il modello Trekking meglio collegato in rete: l'anteprima mondiale della Mokka X
  • Un duo efficiente e pratico: la nuova Astra e la nuova Astra Sports Tourer
  • Un nuovissimo bolide: il lancio della Astra TCR
Opel GT Concept

La Opel è tornata! Il marchio sottolinea questo orgoglio accompagnato dalla passione per le automobili in occasione della 86a edizione del Salone dell'Automobile di Ginevra (in programma dal 3 al 13 marzo 2016) con la GT Concept, la sportiva del futuro. Questo modello in anteprima mondiale segue così le orme della famosa Experimental GT. Quando fece il suo debutto, nel 1965 all'IAA, si trattava della prima concept car di una casa automobilistica europea a essere presentata al pubblico. Un'altra chicca del produttore di Rüsselsheim a Ginevra sarà la Mokka X. Il nuovo modello del SUV compatto, ancora più accattivante sia all'interno sia all'esterno, vanta una tecnologia di collegamento in rete e infotainment all'avanguardia. Così la nuova vettura sarà destinata a ripetere il successo della generazione precedente. La terza stella del Salone di Ginevra sarà la Astra. Allo stand Opel 2231, padiglione 2, la versatilità della nuova classe compatta sarà dimostrata, da un lato, dalla cinque porte e dalla Sports Tourer station-wagon dall'elevata adattabilità all'uso quotidiano. Dall'altro, Opel sottolinea la sua vocazione per gli sport sportivi con la nuovissima Astra TCR. Karl-Thomas Neumann, CEO di Opel, svelerà le stelle in occasione della conferenza stampa nello stand Opel, il 1 marzo alle 11.

 

«La nostra offerta di stelle a Ginevra chiarisce di cosa è sinonimo Opel», dichiara Karl-Thomas Neumann. «La GT Concept dimostra il potere innovativo e visionario del marchio. La nuova Astra e la Mokka X sono esempi del modo in cui riusciamo a creare prodotti accattivanti e, al contempo, finanziariamente accessibili tenendo sempre in considerazione i desideri della clientela. Infine, la Astra TCR conferma l'importanza che attribuiamo, come sempre, agli sport motoristici, in grado di farci provare emozioni forti.»

Opel GT Concept: la sportiva del futuro dalla linee essenziali

Il 2016 sarà un anno del tutto speciale per l'azienda di Rüsselsheim, fondata ormai 154 anni. Dopo tutto, la casa automobilistica dalla lunga tradizione non vuole solo scrivere un nuovo capitolo della sua storia costellata di successi, ma punta a portare a termine il più importante turnaround nella storia automobilistica. I dati delle vendite sono ottimistici. È quindi il momento giusto per mostrare, con una vettura sportiva visionaria e al contempo accessibile, quale strada percorrerà Opel in futuro. La GT Concept sarà sicuramente una delle chicche presenti al Salone di Ginevra e richiamerà appassionati di tutte le età. La sportiva mozzafiato con motore anteriore centrale e trazione posteriore deriva direttamente dalla Opel GT degli anni Sessanta e Settanta e dalla Monza Concept, presentata a Francoforte nel 2013. Il modello porta la filosofia scultorea del design di Opel a un nuovo livello. Il prototipo di auto sportiva è all'avanguardia e vanta, al contempo, uno stile purista, che ricorre esclusivamente a forme pure. Nella GT Concept non sono così presenti maniglie, specchietti retrovisori esterni, né elementi decorativi superflui. Il carattere da «auto per viaggiare» è sottolineato dal cofano motore allungato tipico delle auto sportive, sbalzi estremamente corti e la linea rossa ben evidente che si sviluppa in orizzontale disegnando la silhouette possente e slanciata. L'assenza del cofano posteriore, l'innovativo e insolito design delle porte, il doppio scarico centrale, il design del volante e, ovviamente, il nome fanno riferimento all'originale GT. La GT Concept non prende però semplicemente spunto dal famoso modello precedente, ma piuttosto reinterpreta completamente lo stile affascinante ed emozionante dell'originale, senza comunque cadere nella nostalgia. Siamo quindi di fronte a una vettura senza alcun segno rétro.

Opel GT Concept

La Opel GT Concept punta a essere un'auto sportiva per tutti, non una superauto per pochi. La sportiva con motore anteriore centrale si presenta quindi al Salone con un turbo benzina tre cilindri da un litro dalla coppia elevata. Il propulsore a iniezione diretta, caratterizzato da un elevato grado di efficienza, si basa sui moderni motori completamente in alluminio usati per ADAM, Corsa e Astra ed eroga una potenza di 107 kW/145 CV in questa versione sportiva. Il motore sviluppa una coppia massima di 205 Nm (i dati relativi ai consumi della Opel GT Concept non sono ancora disponibili). La potenza viene inviata in maniera moderata all'asse posteriore dotato di differenziale meccanico autobloccante attraverso il cambio sequenziale a sei velocità, azionato da levette al volante. Le prestazioni di questa due posti dal peso inferiore ai 1‘000 chilogrammi sono in linea con le attese. La vettura passa da 0 a 100 km/h in meno di otto secondi, con una velocità massima che tocca i 215 km/h.

Opel Mokka X: amante dell'avventura, robusta e perfettamente collegata in rete

Accanto alla GT Concept, a Ginevra Opel festeggerà un'altra anteprima mondiale con la Mokka X. Il nuovo SUV compatto arriverà nelle concessionarie nell'autunno 2016. Dal suo lancio sul mercato tre anni fa, il modello Trekking ha scritto una storia di successi, come testimoniato dagli oltre 500‘000 ordini in tutta Europa. Con un'operazione di rifinitura di ampio respiro, Opel fa ora in modo che la bestseller raccolga ancora più successi. Con l'aggiunta della «X» al suo nome, Opel vuole sottolineare il look e anche la funzione dei modelli SUV e crossover.

Opel Mokka X

La Mokka X si presenta ora ancora più solida, muscolosa e con un assetto più ampio. La parte anteriore rivisitata è caratterizzata da superfici in metallo dalle linee pulite e dal fascino di un veicolo prestigioso. Espressione della nuova filosofia del design Opel sono soprattutto la calandra a forma d'ala e le luci diurne a LED con l'evidente motivo a doppia ala. La doppia ala è ripresa anche dai gruppi ottici posteriori. Le fiancate poi, sapientemente scolpite, contribuiscono a sottolineare il carattere atletico del SUV. Nella parte inferiore delle portiere si estende una linea muscolosa accentuata dal design a lama che fluisce verso la parte alta del posteriore.

 

Anche i designer degli interni hanno migliorato la Mokka X con maestria artigianale. Un elemento distintivo è il nuovo pannello strumenti, che ora si presenta con una struttura più orizzontale e crea un'immagine più chiara e precisa. La centrale di comando, anch'essa rivisitata, ospita in modo armonioso i touchscreen da sette e otto pollici della nuova generazione di infotainment. Gli interni dalle linee pulite colpiscono per i comandi intuitivi e funzioni straordinarie. Le superfici touch permettono di fare a meno di numerosi tasti e controlli.

 

La Mokka X è sicuramente uno dei SUV compatti meglio collegati in rete. La Mokka X si propone con due versioni del sistema di infotainment IntelliLink di nuova generazione. Questo sistema porta il mondo dello smartphone nell'auto sia con Apple CarPlay, sia con Android Auto. A partire dal lancio sul mercato, la Mokka X avrà a richiesta a bordo Opel OnStar. L'assistente personale online è già disponibile in 13 Paesi europei e nel corso dell'anno sarà offerto in altri 16 mercati. Opel OnStar non è solo una sorta di angelo custode personale, ma trasforma anche la Mokka X in un potente hotspot WLAN 4G/LTE (questo servizio è già disponibile in Germania, Gran Bretagna, Paesi Bassi e Spagna; seguiranno altri Paesi nel corso dell'anno).

 

La ricca gamma di motori della Mokka X è integrata dal propulsore 1.4 Direct Injection Turbo di nuova generazione (112 kW/152 CV), combinato con un cambio automatico a sei rapporti, sistema Start/Stop e trazione integrale adattiva (consumi ed emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 6,6 l/100 km, 154 g/km, informazioni preliminari).

 

Con l'introduzione dei fari AFL a LED (AFL = Adaptive Forward Lighting) nella Mokka X, gli ingegneri hanno tradotto ancora una volta in realtà la promessa fatta da Opel di rendere le tecnologie innovative accessibili a un maggior numero di clienti. Il sistema adattivo adatta automaticamente il fascio di luce alla situazione di guida, garantendo una perfetta illuminazione della carreggiata. I fari AFL a LED comprendono nove funzioni per le luci.

Nuova Opel Astra: leggera, efficiente, pratica ed emozionante

Più leggera, parca nei consumi, agile e addirittura ancora più confortevole. I clienti sono entusiasti della nuova Astra, auto svizzera del 2016, sia nella versione cinque porte, sia nella variante Sports Tourer station-wagon. Lo testimoniano gli oltre 100‘000 ordini fino a oggi. Ogni singolo componente del nuovo modello è sinonimo di efficienza. La cinque porte pesa fino a 200 chilogrammi in meno rispetto al modello precedente, mentre nella Sports Tourer si registra una riduzione di un valore fino a 190 chilogrammi. Il tutto a favore di agilità e comfort di marcia.

Opel Astra Sports Tourer

La gamma di propulsori contribuisce a regalare un piacere di guida mai così alto. In ogni nuovo modello vengono infatti impiegati motori Opel di nuova generazione. Le varianti benzina e diesel da 1,6 litri di cilindrata combinano senza soluzione di continuità la massima efficienza con la miglior reazione. A Ginevra, la Astra monta per la prima volta il nuovissimo diesel top di gamma con doppia sovralimentazione. Il motore 1.6 BiTurbo CDTI 118 kW/160 CV sviluppa una coppia massima pari a 350 Nm. Nella Sports Tourer, in abbinamento al cambio manuale a sei marce, al sistema Start/Stopautomatico e agli pneumatici a bassa resistenza al rotolamento, si registrano consumi pari ad appena 4,1 litri di diesel per 100 chilometri (corrispondenti a 109 grammi di CO2 per chilometri, 108 grammi nella cinque porte).

Opel Astra

Sia la cinque porte, sia la Sports Tourer vantano un abitacolo più spazioso con dimensioni esterne inferiori (cinque porte) o quasi identiche (Sports Tourer) rispetto alla generazione precedente. In particolare i passeggeri posteriori possono approfittare di uno spazio per le gambe di 35 o 28 millimetri superiore. Inoltre, il bagagliaio della station-wagon della classe compatta ha ora una capacità fino a 1‘630 litri, cioè 80 litri in più rispetto alla versione precedente. Senza dimenticare il raffinato accesso al vano di carico. Per aprire e chiudere il cofano posteriore, basta muovere il piede sotto il paraurti posteriore.

Opel Astra TCR: atmosfera da auto da corsa in mostra

Opel Astra TCR

Per gli appassionati di sport motoristici, la Opel presenterà a Ginevra per la prima volta la Astra TCR. La nuova auto da competizione di Rüsselsheim è alimentata da un potente motore turbo da due litri in grado di sviluppare 330 CV e una coppia di 420 Nm. Questa spinta viene trasferita alle ruote anteriori grazie a un cambio sequenziale da corsa a sei velocità con levette al volante. L'aderenza è garantita dalla frizione a doppio disco in metallo sinterizzato. Un sistema automatico a doppio disinnesto assicura stabilità quando si inserisce la marcia inferiore. La vettura da corsa viene frenata da dischi da 378 millimetri e pinze a sei pistoni all'anteriore, mentre al posteriore i dischi sono da 265 millimetri con pinze a due pistoni. Il pilota è in grado di modulare l'equilibrio della frenata dal posto di guida. La nuova auto da turismo da competizione farà il suo debutto in gara nel corso dell'anno nell'ambito del campionato TCR (Touring Car Racing).