Inaugura in Norvegia il mercato europeo di Opel Ampera-e

Seguiranno in un secondo momento Germania, Paesi Bassi, Francia e Svizzera

14-dic-2016

Opel Ampera-e

La nuova Opel Ampera-e può essere ordinata da subito in Norvegia. Qui, il mercato dei veicoli elettrici è il più esteso in Europa. La produzione dei rivoluzionari veicoli elettrici con autonomia di 500 chilometri (autonomia elettrica misurata in km in base al Nuovo ciclo di guida europeo: >500, valore provvisorio) verrà gradualmente aumentata, affinché solo un numero limitato di Ampera-e sia disponibile nella fase di introduzione del prodotto.

 

Ecco il perché di un avvio graduale sul mercato europeo. In questa prospettiva, Opel serve in primo luogo i mercati dotati di infrastrutture elettriche già sviluppate, e/o i mercati che si preparano ad accogliere la E-Mobility. Dopo la Norvegia, nella primavera 2017 sarà quindi il turno di Germania, Paesi Bassi, Francia e Svizzera. Non appena aumenterà la capacità produttiva, lungo il corso dell’anno e nel 2018 verranno riforniti anche gli altri maggiori mercati europei.

Opel Ampera-e

Non è difficile comprendere perché il primo paese scelto sia proprio la Norvegia: quello della Norvegia è il mercato dei veicoli elettrici meglio sviluppato in Europa, che si distingue sensibilmente da tutti gli altri mercati. In Norvegia saranno presto rilasciati 100’000 veicoli a batteria, un numero supportato da numerosi incentivi da parte della politica: gli acquirenti di un nuovo veicolo elettrico non sono tenuti a pagare la tassa di circolazione o l’IVA per l’acquisto e il noleggio. Anche l’imposta sui veicoli viene notevolmente ridotta e le tasse relative ai veicoli aziendali elettrici scendono alla metà dell’importo consueto. Vantaggi come la percorrenza su trade a pedaggio e l’uso dei traghetti a zero spese, i parcheggi gratuiti in città e il libero accesso alle corsie preferenziali fanno il resto. Risultato: il numero di veicoli elettrici in Norvegia nella vendita dei nuovi modelli è da anni il più alto del mondo. Nel 2015 la percentuale è stata del 22% e ha toccato punte del 30% in alcune aree del paese.

Opel Ampera-e

«È stato chiaro sin dall’inizio che la disponibilità di Ampera-e legata alle capacità produttive dello stabilimento americano Orion, Michigan, sarebbe stata inizialmente limitata. Per questo motivo abbiamo scelto un metodo graduale di introduzione sul mercato, che vede entrare in gioco in primo luogo quei paesi che dispongono delle infrastrutture adatte, o che si impegnano visibilmente per diventare pionieri della E-Mobility. Per questo motivo l’introduzione del mercato avverrà prima in Norvegia, poi a seguire in Germania, Paesi Bassi, Francia e Svizzera», spiega il responsabile delle vendite di Opel Peter Christian Küspert. «Siamo abbastanza flessibili da potere modificare l’ordine di introduzione sul mercato in tempi brevi o per prendere in considerazione altri paesi, nel caso in cui cambiasse il quadro politico, o qualora vengano creati nuovi incentivi a favore della E-Mobility. Fino al 2018 il nostro obiettivo è quello di avere una capacità sufficiente per potere servire i maggiori mercati con un numero adeguato di veicoli. Partendo dalla presente situazione, i concessionari Opel selezionati intraprendono l’introduzione sul mercato di Ampera-e in qualità di specialisti nel campo della E-Mobility. La Norvegia rappresenta l’eccezione: qui il potenziale bestseller di Opel viene venduto su tutta la rete di concessionari.»


Con un’autonomia di oltre 500 chilometri (almeno 100 chilometri in più rispetto al primo veicolo competitore del segmento), Opel Ampera-e stabilisce nuovi standard nel campo dell’elettromobilità. Secondo il ciclo di guida WLTP (Worldwide Harmonized Light-Duty Vehicles Test Procedure) il veicolo disporrebbe ancora di oltre 380 chilometri di autonomia. Per natura, questi valori vengono relativizzati a seconda dello stile di guida individuale e in seguito a fattori come la temperatura esterna e le caratteristiche della strada.


Per effettuare il «rifornimento» sono sufficienti 30 minuti presso una stazione di ricarica Fast DC 50 kW all’aperto. La batteria agli ioni di litio di ultima generazione a bordo di Ampera-e sarà così in grado di percorrere altri 150 chilometri (valore di media secondo i test NEDC provvisori).